La Carta Europea del Turismo Sostenibile

La Carta Europea per il Turismo Sostenibile nelle Aree Protette (CETS), è uno strumento assimila­bile ad un percorso di certificazione, che permet­te una migliore gestione delle aree protette per lo sviluppo del turismo sostenibile. L’elemento centrale della CETS è la collaborazione tra tutte le parti interessate a sviluppare una strategia comu­ne ed un piano d’azione per lo sviluppo turistico, sulla base di un’analisi approfondita della situa­zione locale.

Per aderire alla CETS i parchi in­teressati si muovono in tre direzioni: scegliere un approccio strategico, adottare l’etica del turismo sostenibile, privilegiare il partenariato.

In altre parole adottare la CETS vuol dire promuovere concretamente l’approccio dello sviluppo turistico durevole e sostenibile.

In particolare: realizzare una diagnosi territoriale condivisa, consultare e coinvolgere i partner del terri­torio, stabilire degli obiettivi strategici di promozio­ne turistica e di protezione del territorio, realizzare un programma di azioni precise.

L’adesione alla Carta Europea del Turismo Soste­nibile, come dimostrano le numerose esperienze nazionali e internazionali, permette di armonizzare e valorizzare le forze economiche presenti sul territorio e di garantire un’adeguata qualità della vita alla popolazione locale.

Il Palazzo è una delle strutture certificate C.E.T.S. all’interno dell’area protetta del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise (P.N.A.L.M.). Come struttura ricettiva aderire alla C.E.T.S. significa impegnarsi ad attuare una serie di azioni indicate nel disciplinare sottoscritto con il Parco, che si possono sommariamente elencare in :

  • attenzione agli sprechi energetici e delle risorse idriche (lampade a led, riduttori di flusso dell’acqua, termostati ambiente, ecc);
  • raccolta differenziata dei rifiuti e compostaggio;
  • utilizzo di detersivi ecocompatibili, utilizzo di prodotti sciolti piuttosto che monodose, riduzione dell’utilizzo di prodotti di plastica;
  • utilizzo di prodotti alimentari tipici e a Km 0;
  • utilizzo, per quanto possibile, di fonti di energia rinnovabili;
  • raccolta di informazioni e guide turistiche del Parco a disposizione degli ospiti;
  • impegno alla diffusione della cultura della tutela ambientale in senso lato.

Il rispetto di tutte le azioni viene monitorato e certificato ogni anno da parte del personale addetto del P.N.A.L.M.

Visita il sito del Parco Nazionale.